OSPEDALE COVID19

Al fine di guidare le azioni di pulizia e disinfezione delle aree in cui viene prestata attenzione ai pazienti con coronavirus (CoVid-19) nelle istituzioni che forniscono servizi sanitari (ASL OSPEDALIERE ), il governo nazionale ha pubblicato una guida per la pulizia e la disinfezione dei servizi sanitari.

La guida cerca anche di standardizzare le tecniche e le procedure nei centri sanitari, garantendo così la biosicurezza di funzionari e utenti, contribuendo nel contempo a promuovere l’autosufficienza nella comunità ospedaliera fornendo un ambiente pulito e sicuro. .

GESTIONE DEI DISINFETTANTI

Allo stesso modo, la guida prevede anche che in caso di casi sospetti o confermati di Covid-19, si stabilisca che le diverse aree in cui si trova il caso sospetto o confermato richiederanno pulizia e disinfezione periodica e al momento della dimissione del paziente. eseguire la pulizia e la disinfezione del terminale.

Di conseguenza, il Ministero della Salute raccomanda ai professionisti medici che il disinfettante che usano per questo processo sia ad un livello intermedio o elevato per le superfici e le apparecchiature biomediche.

Il processo di disinfezione per la cura dei casi confermati o sospetti del nuovo coronavirus è una parte fondamentale della biosicurezza e del contenimento del virus. La selezione del disinfettante deve tenere conto della capacità dell’istituzione e del talento umano che è responsabile di questa procedura di seguire le istruzioni del produttore relative alla conservazione, al tempo di azione, al metodo di applicazione e ad altre indicazioni per garantire la disinfezione di aree e superfici.

DISINFEZIONE DI SUPERFICI AMBIENTALI OSPEDALIERE O DOMESTICHE

Per quanto riguarda la disinfezione delle superfici ambientali ospedaliere o domestiche, l’Organizzazione mondiale della sanità ha indicato che è importante utilizzare un disinfettante più efficace contro i virus coperti, poiché il coronavirus appartiene a questa categoria. “È importante utilizzare alcol etilico per la disinfezione di alcune apparecchiature biomedicali riutilizzabili (es. Termometri) e per superfici, ipoclorito di sodio o precursori di sodio come il dicloroisocianurato di sodio che ha il vantaggio di stabilità, facilità di diluizione e non corrosivo

Altre raccomandazioni incluse nella guida da tenere in considerazione per la corretta conservazione e smaltimento di questi disinfettanti e detergenti sono le seguenti:

Memoria centrale: 

  • Assicurarsi che vi sia spazio di archiviazione sufficiente.
  • Preparare e pulire le aree utilizzate per ricevere e conservare i prodotti.
  • Ispezionare la confezione per determinare se ci sono prodotti danneggiati o scaduti.
  • Assicurarsi che la temperatura del sito di stoccaggio sia quella raccomandata dal produttore, indicata sull’etichetta del prodotto.
  • Controlla l’umidità dell’area.
  • Rispettare le condizioni di ventilazione.
  • Segna l’area.
  • Assicurare le condizioni di conservazione secondo le istruzioni del produttore per posizionarle su scaffali, scaffali o equivalenti.
  • Verificare che non siano mescolati con altri prodotti.
  • Conservare in aree pulite, asciutte, ventilate e dalla luce protetta.
  • Mantenere i contenitori ermeticamente chiusi e puliti e assicurarsi che siano puliti e indicati in base al tipo di input.

PULIZIA E DISINFEZIONE IN EMERGENZA O AMBULATORIALE ASL OSPEDALIERE

  • Effettuare la pulizia e la disinfezione delle aree e delle superfici in cui si trovava il paziente durante la permanenza nell’ASL OSPEDALIERE  e non appena il paziente viene allontanato da tale area.
  • Il personale addetto alla pulizia e alla disinfezione sarà la risorsa umana stabilita nei protocolli dell’istituzione, che dovrà essere preparato e addestrato per questo compito e dovrà utilizzare gli elementi di protezione individuale appropriati in base all’attività da svolgere, al fine di rafforzare il importanza del problema nella prevenzione della diffusione di questo virus.
  • La pulizia e la disinfezione di soffitti, pareti e pavimenti devono essere eseguite, con le forniture necessarie e secondo i protocolli dell’istituzione nelle aree in cui è stato trattato il caso confermato o sospetto.
  • Per quanto riguarda la pulizia e la disinfezione delle superfici, verranno puliti tutti gli oggetti, le attrezzature, l’unità paziente, gli apparecchi, i mobili e gli oggetti interessati non monouso.
  • L’uso di un panno umido con detergente è il primo passo necessario per rimuovere i microrganismi e la polvere dalle superfici, quindi applicare il disinfettante secondo quanto descritto nei protocolli istituzionali.
  • La pulizia e la disinfezione degli elementi descritti saranno eseguite con il disinfettante che l’istituzione ha stabilito secondo i protocolli, detto disinfettante deve essere approvato da ASL  e sarà gestito secondo le raccomandazioni del produttore del disinfettante e dei dispositivi medici.
  • La convalida e il monitoraggio della procedura di pulizia e disinfezione sono richiesti attraverso una verifica diretta, oltre a verificare che il personale responsabile disponga degli elementi di protezione individuale e che li utilizzino in modo appropriato.

PROCEDURA DI PULIZIA E DISINFEZIONE IN RICOVERO ASL OSPEDALIERE

  • Indossare guanti pesanti (guanti in neoprene), lavarli con sapone liquido dopo ogni procedura e lasciarli asciugare.
  • Prima di svuotare gli stracci, è necessario osservarli per rilevare la presenza di materiale tagliente.
  • I mop dovrebbero essere unici per ciascuna area e dovrebbero essere disinfettati da un ambiente all’altro. Le testine degli stracci devono essere tenute sospese su un appendiabiti con lo stoppino abbassato prima di riutilizzarle, contribuendo a ridurre al minimo il grado di contaminazione incrociata. Per la pulizia del pavimento, è necessario seguire le tecniche di pulizia a umido, schiumatura, risciacquo e asciugatura.
  • Per i pazienti in isolamento, si consiglia l’uso esclusivo del kit di pulizia e disinfezione delle superfici. Utilizzare preferibilmente un panno per la pulizia monouso.
  • Il materiale di pulizia deve essere esclusivo per ogni area, non potendo utilizzare il materiale utilizzato nelle aree ad alta irrigazione nelle aree a basso rischio, né il materiale utilizzato nei bagni al di fuori di esse.
  • Applicare soluzioni detergenti e disinfettanti secondo le istruzioni del produttore.
  • Quando si spazza con una scopa nelle aree di cura del paziente, coprirla con un panno umido per ridurre la diffusione di microrganismi e polvere.

Eseguire la pulizia e la disinfezione del materiale di lavoro ogni giorno al termine della pulizia di ciascuna delle aree, il materiale di lavoro, dovrebbe:

  • Pulisci con acqua e detersivo.
  • Risciacquare e risciacquare.
  • Disinfettare.
  • Quindi asciugare gli articoli da toeletta e conservare.

Infine, come misura preventiva per la diffusione di microrganismi, si raccomanda la pulizia e la disinfezione periodica quotidiana di apparecchiature biomediche, unità paziente e superfici ambientali, e pulizia e disinfezione settimanale o periodica di tutte le superfici ambientali, attrezzature biomedicali, aree di stoccaggio. altri.

 

 

 

Menu
Apri Chat
Salve,
se desideri un offerta personalizzata sui prodotti chiedi pure 👋