L’IGIENE NEGLI OSPEDALI

La ricerca della massima sicurezza nei luoghi di lavoro impone la corretta pulizia e igienizzazione di tutti gli ambienti. Qualsiasi progetto, per l’ottenimento di una “OSPEDALE PULITO sicura”, deve, per potersi definire completo, necessariamente mirare al conseguimento dell’igienicità degli ambienti. I risultati di igiene conseguiti devono essere ampiamente visibili, ma soprattutto ampiamente fruibili da parte dell’ utenza e da tutti coloro che “abitano” le case di riposo. Questi risultati costituiscono una garanzia di sicurezza di fondamentale importanza civica e sociale. L’ ottenimento di una OSPEDALE PULITO non può prescindere dal coinvolgimento e dall’ informazione di tutti gli operatori:

  • I GESTORI devono essere coadiuvati da professionisti del settore nella definizione del livello qualitativo di igiene da perseguire, nell’ organizzazione del lavoro degli operatori, nella pianificazione delle forniture e dei relativi budget di spesa, nel controllo dei risultati di igiene ottenuti.
  • Gli operatori addetti alle pulizie, che devono essere adeguatamente istruiti e motivati nel perseguimento del livello igienico definito dalla Direzione, nella corretta utilizzazione di prodotti, attrezzature, tecniche e coadiuvati nella verifica e nel costante miglioramento della qualità dei servizi.

Il progetto “OSPEDALE PULITO” nasce da un’ approfondita analisi del settore delle pulizie professionali che ha identificato nella mancanza di conoscenze specifiche la causa primaria dei problemi di qualità esistenti.
La carenza di cultura specifica verso il problema dell’ igiene degli ambienti di lavoro e pubblici è un fenomeno sociale.  E’ un atteggiamento che tende a non considerare l’ igiene come un bene della collettività e a non riconoscere a chi lo produce l’ importanza che gli compete. L’ improvvisazione che troppo spesso domina nell’erogazione del servizio di pulizia professionale si manifesta in una serie di disfunzioni abituali, come per esempio:

  • vengono usate, per la stessa operazione, attrezzature diverse tra un operatore e l’ altro perché la scelta non è tecnica ma è dettata dai gusti personali.
  • vengono utilizzate tecniche e modelli organizzativi di tipo “domestico” o improvvisati con conseguenti scarsi risultati igienici ed elevati costi di gestione.
  • manca una reale pianificazione dei consumi e delle spese, rendendo di fatto inconciliabile il rispetto del budget con il rispetto degli standard igienici attesi.
  • vengono usati prodotti non professionali, apparentemente per ridurre i costi, ma senza aver mai fatto valutazioni precise, senza considerare né gli aspetti tecnici né di sicurezza ad essi collegati.
  • vengono acquistati prodotti e attrezzature senza programmazione tecnica, economica e temporale.

Nel caso in cui i Titolari o Gestori  delle CASE DI RIPOSO non utilizzino imprese esterne per l’erogazione dei servizi di pulizia, ma utilizzino personale interno, essi si trovano di fronte ad una serie di domande a cui difficilmente sanno trovare adeguate risposte:

  • Quali sono le superfici più a rischio? Quali pulire prioritariamente?
  • Quanti operatori occorrono per eseguire il servizio?

I produttori di prodotti chimici offrono una vasta gamma di disinfettanti per uccidere virus, funghi, alghe o batteri. Ce ne sono di specifici per l’industria alimentare – che hanno il registro HA -, per il settore sanitario, per servizi igienici, spogliatoi e palestre, ecc. Come abbiamo visto nel rapporto “A Fondo”, questi prodotti sono preparati con determinati composti (ammonio quaternario, aldeidi, perossidi, ipocloriti, iodoforme, ecc.), Che forniscono loro i loro virucidi, fungicidi, battericidi, ecc.

Queste linee guida forniscono raccomandazioni per la pulizia e la disinfezione di stanze o aree occupate da persone con casi di COVID-19 sospetti o confermati. Il suo obiettivo è limitare la sopravvivenza di SARS-CoV-2 in ambienti chiave. Questa guida verrà aggiornata non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.

Queste linee guida si concentrano su strutture comunitarie non sanitarie come scuole, college, uffici, centri per l’infanzia, aziende e centri comunitari, indipendentemente dal fatto che ospitino persone durante la notte o meno. Queste linee guida non sono destinate al personale delle pulizie in strutture sanitarie o siti di rimpatrio, case o altri luoghi per i quali esistono già linee guida.

Tempi e ubicazione delle attività di pulizia e disinfezione delle superfici

Nelle scuole, centri di assistenza all’infanzia, uffici o altri istituti che non ospitano persone durante la notte :
Chiudere le aree visitate dai malati. Aprire porte e finestre esterne e utilizzare i ventilatori per aumentare la circolazione dell’aria nell’area. Attendere 24 ore o qualsiasi altra cosa pratica prima di iniziare le attività di pulizia e disinfezione.

Il personale addetto alle pulizie deve pulire e disinfettare tutte le aree, come uffici, bagni e aree comuni e tutte le apparecchiature elettroniche condivise, quali tablet, schermi tattili, tastiere, telecomandi e bancomat , che sono state utilizzate da persone malate , e concentrarsi soprattutto su superfici spesso toccate .
Negli stabilimenti che ospitano persone durante la notte :Segui le linee guida provvisorie per gli istituti di istruzione superiore statunitensi  su come lavorare con i funzionari sanitari locali e statali per isolare i malati e fornire un rifugio temporaneo secondo necessità.

Chiudere le aree visitate dai malati. Aprire porte e finestre esterne e utilizzare i ventilatori per aumentare la circolazione dell’aria nell’area. Attendere 24 ore o qualsiasi altra cosa pratica prima di iniziare le attività di pulizia e disinfezione.
Nelle aree in cui i malati sono ospitati in isolamento, seguire le Linee guida provvisorie per la pulizia e la disinfezione ambientale delle case degli Stati Uniti con malattia di Coronavirus sospetta o confermata 2019 .

Ciò include  concentrarsi sulla pulizia e sulla disinfezione delle aree comuni in cui è probabile che il personale / altri agenti entrino in contatto con persone malate, ma riducendo la pulizia e la disinfezione delle stanze / dei bagni utilizzate dalle persone malate secondo necessità.

Nelle aree visitate o utilizzate da persone malate, continuare la pulizia e la disinfezione di routine come indicato in queste linee guida.

Se sono trascorsi più di 7 giorni da quando la persona con sospetto / confermato COVID-19 era nella struttura o ha utilizzato la struttura, non sono necessarie ulteriori operazioni di pulizia e disinfezione.

Menu
Call Now ButtonChiama per noleggio e vendita