La Produzione del Servizio

Il lavoro è organizzato su due linee di lavorazione che operano costantemente e anche contemporaneamente.

Attività delle linea base
La linea base prevede interventi di tipo ordinario, rivolti alla eliminazione preventiva dello sporco di tipo AT (Antiestetico e tenace), cioè quello sporco antiestetico e tenace molto visibile, e straordinario, rivolti alla pulizia di fondo e protezione delle pavimentazioni.
La linea base esegue un monitoraggio permanente e giornaliero di tutte le superfici nelle zone a contatto, periferiche e nascoste. Il programma viene gestito giornalmente in autonomia con la formula preventiva di intervento che prevede interventi automatici in presenza di tracce di sporco. Il programma di lavoro della linea base non ha quindi specifiche frequenze ma prevede una scala di priorità degli interventi per tipologia di superfici e zone che progressivamente vanno da quelle a contatto verso le periferiche e nascoste, in funzione anche del potenziale impatto antiestetico procurato. La linea base opera a Codice Giallo, cioè l‟ intervento è regolamentato dalla necessità. L‟ operatore viene adeguatamente preparato ad auto gestire gli interventi e a muoversi liberamente negli ambienti. Questo sistema permette di ottenere un costante standard di pulito poiché si interviene nella fase di preformazione dello sporco senza aspettare che lo stesso si manifesti ed indurisca provocando uno sgradevole effetto antiestetico e dispendio di energie per eliminarlo. Codice giallo significa anche intervenire per tutto ciò che è estemporaneo e non prevedibile. Si pensi agli interventi di risanamento e sanificazione dicamere a seguito di cambio malati e/o contaminazioni di ambienti. Tutto ciò che riveste carattere di imprevedibilità viene identificato con il codice giallo. Ogni fine mese vi verrà fornito un dettagliata documentazione di tutta l’attività di questa linea. Questa attività può anche essere considerata una miglioria rispetto al capitolato perché le operazioni sono eseguite con una frequenza maggiore rispetto a quelle indicate nello stesso. La linea base compila un calendario degli interventi a consuntivo.
In particolare l‟ operatore di linea base deve:

  1. sanificare tutti i locali e superfici a seguito di contaminazioni estemporanee ;
  2. ripristinare gli ambienti per esigenze estemporanee;
  3. individuare lo sporco tenace seguendo le priorità di intervento;
  4. eliminarlo, se presente, con il metodo previsto;
  5. guidare la linea manutenzione;
  6. aiutare la linea manutenzione:
  7. sostituire la linea manutenzione;
  8. curare gli ambienti poco utilizzati (magazzini, depositi, aree esterne, ecc..);
  9. curare le zone periferiche e nascoste.

SCALA PRIORITA’ DI INTERVENTO 
L‟ operatore di linea base opera tenendo conto della seguente scala di priorità di intervento:

TIPO DI SPORCO

  1. contaminazioni batteriche (all’ occorrenza su richiesta della Direzione Sanitaria)
  2. sporco fresco visibile (controllo ed eventuale sostituzione automatica della linea manutenzione)
  3. sporco tenace di origine minerale e naturale.

STRUTTURE

  1. arredi
  2. pareti
  3. pavimenti
  4. soffitti

SUPERFICI

  1. zone a contatto
  2. zone periferiche
  3. zone nascoste

La linea Base Ordinaria ha la funzione di eliminare quotidianamente lo sporco antiestetico e tenace in zone periferiche e nascoste di superfici a livello di arredi, pareti verticali, pavimenti e soffitti. E‟ una attività preventiva con lo scopo di eliminare, all‟origine, lo sporco che progressivamente si accumulerebbe su parti delle superfici non frequentemente utilizzate o trafficate. Giornalmente è previsto un controllo di queste zone per l‟eliminazione preventiva di ogni traccia di sporco visibile antiestetico. L‟ attività è rivolta anche alla cura dei particolari. La Linea Base Straordinaria prevede interventi di tipo straordinario sui pavimenti. Ha la funzione di riportare una superficie allo stato originale eliminando qualsiasi tipo di residuo sporco magro, grasso o ceroso. La sua funzione è quella di preparare le superfici pavimentate per una buona manutenzione successiva. L„ attività della linea base straordinaria è rivolta alla pulizia di fondo manuale pavimenti, pulizia di fondo meccanica pavimenti, decerature ad umido e a secco dei pavimenti, protezioni dei pavimenti.
L‟ attività di linea base ordinaria è rivolta alla pulizia di recupero arredi, disincrostazioni periodiche di arredi sanitari, interni wc e pavimenti dei servizi igienici , pulizia di recupero manuale pavimenti di zone ad alto traffico, angoli, bordi, ricostruzioni localizzate di film cerosi delle superfici protette, manutenzioni a secco dei pavimenti protetti a bassa ed alta velocità, lavaggi moquette, rigenerazioni di pavimenti in marno, pulizia dei vetri e superfici verticali, pulizia soffitti e plafoniere, deragnature e spolveratura pareti e soffitti. Le cadenze degli interventi di linea base ordinaria e straordinaria vengono auto regolamentate in relazione alle necessità. Questo ci permette di intervenire con tempismo e con la giusta intensità.

Il Risanamento
E‟ una attività che ha lo scopo di riportare in condizioni normali un ambiente. Il risanamento può essere:

  • igienico, quando si elimina una contaminazione batterica.
  • estetico, quando si elimina lo sporco antiestetico dalle superfici.

Attività della linea manutenzione
La linea manutenzione prevede interventi rivolti alla eliminazione dello sporco di tipo BF, batterico e fresco visibile che quotidianamente viene prodotto e/o introdotto negli ambienti. Gli interventi sono rivolti alla eliminazione dello sporco in locali e zone più utilizzate di superfici e pavimenti. La linea manutenzione opera a codice rosso, cioè l‟ operatore non può decidere di variare il proprio programma di lavoro. E‟ obbligato a seguire l‟ ordine di esecuzione delle operazioni nei tempi e giorni programmati nei locali e zone di superfici assegnate. Il calendario della linea manutenzione è già fissato preventivamente. Questo sistema permette di ottenere un costante livello igienico poiché si interviene costantemente, obbligatoriamente ed esclusivamente sulle zone classificate a più elevato rischio igienico. Il programma della linea manutenzione va ad intersecarsi con il programma della linea base, componendo la totalità del programma di lavoro.
In particolare l‟ operatore di linea manutenzione deve sanificare e colpire lo sporco BF(Batterico e Fresco)

  1. curando quotidianamente le zone a contatto ed esposte;
  2. individuando lo sporco fresco seguendo le priorità di intervento;
  3. eliminando lo sporco con il metodo previsto;

SCALA PRIORITA’ DI INTERVENTO
L‟ operatore deve operare tenendo conto della seguente scala di priorità di intervento:

TIPO DI SPORCO:

  1. polvere
  2. impronte

LOCALI:

  1. bagni
  2. camerate
  3. stanze, uffici
  4. corridoi
  5. scale interne

STRUTTURE:

  1. arredi
  2. pareti
  3. pavimenti

SUPERFICI:

  1. zone di superfici a contatto mani e corpo degli utenti (maniglie, interruttori, rubinetti, tastiere, ecc.);
  2. zone d’ uso quotidiano orizzontali esposte al deposito di polveri (piani di tavoli, scrivanie, arredi in genere, davanzali, pavimenti)

La ripartizione dei carichi di lavoro sulle due linee di lavorazione e la gestione diversificata degli interventi, con operatori a diversa specializzazione, contemporaneamente presenti, permette di ottenere i seguenti vantaggi:

  • elevata specializzazione del personale;
  • riduzione dei costi di manutenzione;riduzione della produzione e tenacia dello sporco;riduzione del rischio di contaminazione crociata;
  • maggior efficacia della linea manutenzione;
  • adeguato numero di unità sul cantiere;
  • sistema automatico di sostituzioni per improvvise assenze;
  • immediato risanamento di locali contaminati;
  • gestione di interventi estemporanei non previsti in capitolato;
  • supporto al personale della linea manutenzione in periodici critici o di particolare ed eccezionale necessità.

AVVIAMENTO DEI LAVORI
L’ avviamento del cantiere prevede varie fasi operative:

  • allestimento del cantiere;distribuzione programma provvisorio di produzione del servizio;formazione ed addestramento del personale per l’acquisizione delle tecniche dilavorazione; verifiche dei rendimenti tecnici produttivi e valutazione dei risultati igienici e di pulito;bilanciamento dei cicli di lavorazione;elaborazione programma definitivo di produzione.

Allestimento del cantiere
Il cantiere vive in autonomia cioè è autosufficiente sia dal punto di vista tecnico che economico. Tutte le risorse che sono state programmate sono sempre disponibili sul cantiere:
Personale, Attrezzature, Prodotti, Materiali Accessori. Il cantiere viene concepito come una fabbrica fine a se stessa, nella quale si produce uno specifico modello di servizio come se si producesse uno specifico modello di auto. Prima dell‟ inizio dei lavori vengono consegnati ai vari reparti tutti i materiali occorrenti per la gestione del servizio. I moduli riportano tutte le attrezzature necessarie per eseguire l‟operazione stabilita con la relativa tecnica standardizzata

Menu
Call Now ButtonChiama per noleggio e vendita