Motospazzatrice Motoscopa uomo a bordo Comac CS 60 Hybrid

CS60 HYBRID CON ALIMENTAZIONE IBRIDA (versione Hybrid) che combina le batterie con un motore a benzina. Sono spazzatrici uomo a bordo progettate per rispondere alle più diverse esigenze di pulizia, offrendo grande produttività.

 

 

📲 +39 3487012722 RICHEDI OFFERTA

Descrizione

CS60 HYBRID CON ALIMENTAZIONE IBRIDA (versione Hybrid) che combina le batterie con un motore a benzina.

Sono spazzatrici uomo a bordo progettate per rispondere alle più diverse esigenze di pulizia, offrendo grande produttività.

Hanno una larghezza lavoro di 60 cm con la sola spazzola centrale e di 100 cm con le due spazzole laterali (optional).

Sono adatte per l’impiego sia in spazi esterni che interni e garantiscono risultati eccellenti anche su pavimenti in moquette.

Sono disponibili con alimentazione a batterie (versione B) o con alimentazione ibrida (versione Hybrid) che combina le batterie con un motore a benzina.

Il nuovo design aumenta la comodità e la maneggevolezza durante l’uso, permettendo di lavorare in spazi di medie dimensioni, anche ingombrati, senza alcuna difficoltà.

Mentre è alla guida l’operatore percepisce il pieno controllo della macchina grazie alla completa visibilità di tutta l’area di manovra e lavoro e grazie al nuovo volante con comandi integrati, che rende l’attivazione delle funzioni più rapida ed intuitiva, senza distrazioni.

Si possono richiedere con filtro a pannello, per applicazioni standard oppure con filtro in stoffa, per ottenere risultati di filtraggio ottimali anche in ambienti dove la presenza di polveri fini è molto elevata.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Capacità lavoro fino a mq/h 4.600
  • Autonomia fino a (h) illimitata
  • Larghezza lavoro con spazzola centrale (cm) 60
  • Larghezza lavoro con 2 spazzole laterali (cm) 100
  • Alimentazione Motore endotermico
  • Tipo di scarico manuale
  • Capacità cassetto di raccolta (l) 65

    Richiedi informazioni senza impegno

    Dimostra di essere umano selezionando albero.

    Bonus Sud 2023, noto anche come Credito d’Imposta Mezzogiorno.

    Questa agevolazione fiscale è stata introdotta per incentivare gli investimenti nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia al fine di favorirne lo sviluppo economico.

    Il Bonus Sud offre alle imprese la possibilità di ottenere un credito d’imposta in misura variabile, a seconda degli investimenti effettuati in determinate categorie di beni strumentali nuovi. Tali beni devono essere destinati a strutture operative situate nelle regioni del Mezzogiorno.

    Le agevolazioni possono riguardare diverse tipologie di investimenti, tra cui macchinari, attrezzature, e infrastrutture. L’obiettivo è stimolare la crescita economica, incrementare l’occupazione e favorire lo sviluppo sostenibile nelle regioni del Sud.

    Si consiglia SEMPRE di consultare il testo normativo e di rivolgerti a un professionista fiscale per ottenere informazioni dettagliate e personalizzate in base alla tua situazione specifica e agli investimenti che intendi realizzare.

    Bonus Sud 2023: un’opportunità per le imprese del Mezzogiorno

    Il Bonus Sud, noto anche come Credito d’Imposta Mezzogiorno, è un’agevazione fiscale introdotta per incentivare gli investimenti nelle regioni del Mezzogiorno d’Italia. L’obiettivo è favorire lo sviluppo economico e l’occupazione in queste aree del Paese.

    Come funziona

    Il Bonus Sud consiste in un credito d’imposta che le imprese possono ottenere per gli investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture operative situate nelle regioni del Mezzogiorno.

    L’ammontare del credito d’imposta varia in base alla dimensione dell’impresa e alla tipologia di bene acquistato. Per le piccole e micro imprese, il credito d’imposta è pari al 45%; per le medie imprese, è pari al 35%; per le grandi imprese, è pari al 25%.

    Quali beni sono agevolabili

    Sono agevolabili gli investimenti in beni strumentali nuovi appartenenti alle seguenti categorie:

    • macchinari;
    • attrezzature;
    • impianti;
    • software;
    • tecnologie digitali.

    Quali sono i requisiti per accedere al Bonus Sud

    Per accedere al Bonus Sud, le imprese devono rispettare i seguenti requisiti:

    • essere residenti in Italia;
    • avere la sede legale o operativa in una regione del Mezzogiorno;
    • effettuare un investimento in beni strumentali nuovi di almeno 20.000 euro;
    • iniziare la fase di produzione o commercializzazione entro il 31 dicembre 2023.

    Come richiedere il Bonus Sud

    La richiesta del Bonus Sud deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate entro il 31 dicembre 2024. Per farlo, è necessario compilare il modello approvato dall’Agenzia delle Entrate e allegare la documentazione necessaria a comprovare l’investimento effettuato.

    Conclusioni

    Il Bonus Sud è un’opportunità importante per le imprese del Mezzogiorno che intendono investire in beni strumentali nuovi. L’agevazione può contribuire a ridurre i costi di investimento e a migliorare la competitività delle imprese nelle regioni del Sud.

    CHIMICA ATERNO è in Via della Fonticella 65015 MONTESILVANO (PE) ma spedisce in tutta italia:

    Apri Chat
    👉 offerta personalizzata
    Chiamaci per una offerta personalizzata su Motospazzatrice Motoscopa uomo a bordo Comac CS 60 Hybrid 👍